Ultima modifica: 23 Settembre 2020

CIRC. 035 GESTIONE assenze alunni per malattia e casi sintomatici a scuola

Indicazioni per le assenze per malattia e i casi sospetti a scuola

CIRC. 035 GESTIONE assenze alunni per malattia e casi sintomatici a scuola

CIRC. n. 035 del 24.09.2020

A tutti gli ALUNNI e ai GENITORI

e per c.c. al tutto il personale DOCENTE e ATA

Alla DSGA

Registro Elettronico

                                                                                                          Sito

Atti

OGGETTO: GESTIONE assenze per malattia e casi sintomatici a scuola.

Al fine di chiarire a tutti i genitori e al personale scolastico quanto previsto dalla vigente normativa (Rapporto dell’ISS n. 58 del 21.08.2020, Protocollo Sicurezza per il rientro a scuola, DVR Integrazione rischio COVID-19, ecc.) , come già illustrato in occasione dei video incontri con le famiglie e con il personale scolastico,  si precisano le procedure da seguire in caso di assenze per malattia di alunni e personale scolastico e la gestione dei casi sintomatici a scuola.

ASSENZE per malattia

Degli ALUNNI

Nel caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o un sintomo compatibile con COVID-19, prima di recarsi a scuola, si procede come segue:

  • L’alunno deve restare a casa
  • I genitori devono contattare telefonicamente e informare il pediatra o medico di base;
  • I genitori devono chiamare la scuola frequentata dal proprio figlio e informare gli insegnanti dell’assenza per motivi di salute;

Per gli alunni della scuola dell’INFANZIA:

  • se il bambino rimane assente per malattia per oltre 3 giorni, potrà rientrare a scuola solo con idonea certificazione del pediatra o medico di base attestante l’assenza di malattie infettive o diffusive e l’idoneità al reinserimento nella comunità scolastica (rif. art. 10 DM 80/2020). In assenza di tale certificazione il bambino non potrà essere riammesso a scuola.

Per gli alunni della scuola PRIMARIA e SECONDARIA:

  • se l’alunno è assente per malattia per oltre 5 giorni, potrà rientrare a scuola solo con idonea certificazione del pediatra o medico di base. In assenza di tale certificazione l’alunno non potrà essere riammesso a scuola.

Del PERSONALE SCOLASTICO

Nel caso in cui un operatore scolastico (docente, personale ATA, DSGA o DS) presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37.5°C o un sintomo compatibile con COVID-19, presso il proprio domicilio, si procede come segue:

  • L’operatore deve restare a casa;
  • Deve informare il proprio medico di medicina generale;
  • Deve comunicare l’assenza dal lavoro per motivi di salute, con certificato medico;
  • Il medico curante, in caso di sospetto COVID-19, richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al Dipartimento di Prevenzione.
  • Il Dipartimento di Prevenzione provvede all’esecuzione del test diagnostico.
  • Il Dipartimento di Prevenzione si attiva per l’approfondimento dell’indagine epidemiologica e le procedure conseguenti.
  • In caso di diagnosi di patologia diversa da COVID-19, il medico di medicina generale redigerà una attestazione che l’operatore può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19 di cui al punto precedente e come disposto da documenti nazionali e regionali.
  • In caso di esito positivo del test diagnostico, sarà attivata apposita procedura;

Gli operatori scolastici hanno una priorità nell’esecuzione dei test diagnostici.

GESTIONE casi sintomatici a scuola

Gestione ALUNNI sintomatici a scuola

Nel caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o un sintomo compatibile con COVID-19, mentre si trova a scuola, si procede come segue:

  • L’operatore scolastico (docente o collaboratore scolastico) informa il referente scolastico per COVID-19 del plesso cheinforma il Dirigente Scolastico, 1° referente Scolastico per COVID-19 dell’istituto;
  • Il referente COVID-19 del plesso o altro componente del personale scolastico (preferibilmente un docente dell’alunno) contatta immediatamente i genitori dell’alunno;
  • L’alunno viene ospitato in un’apposita stanza e gli si fa indossare una mascherina chirurgica se ha un’età superiore ai 6 anni e se la tollera. Fare rispettare, in assenza di mascherina del minore, l’etichetta respiratoria (tossire e starnutire direttamente su di un fazzoletto di carta o nella piega del gomito). Questi fazzoletti dovranno essere riposti dallo stesso alunno, se possibile, ponendoli dentro un sacchetto chiuso;
  • Si procede con la rilevazione della temperatura corporea, mediante l’uso di termometri a infrarossi, che non prevedono il contatto;
  • Il minore rimane in compagnia di un adulto (docente o collaboratore scolastico preferibilmente privo di fattori di rischio) che dovrà mantenere, ove possibile, il distanziamento fisico di almeno un metro e indossare la mascherina chirurgica fino a quando l’alunno non sarà affidato al genitore;
  • Il genitore o la persona da lui formalmente delegata, dovrà indossare la mascherina chirurgica. Laddove possibile NON entrerà negli edifici ma attenderà all’ingresso che l’operatore scolastico gli riconsegni il minore;
  • Dovrà essere dotato di mascherina chirurgica chiunque entri in contatto con il caso sospetto;
  • Dopo che l’alunno sintomatico è tornato a casa, pulire e disinfettare le superfici della stanza.
  • I genitori devono contattare il pediatra o medico di base per la valutazione clinica (triage telefonico);
  • Il pediatra o medico di base attiverà i protocolli di sicurezza COVID previsti dalla ASL;
  • In caso di diagnosi di patologia diversa da COVID-19 (tampone negativo), l’alunno rimarrà a casa fino a guarigione clinica seguendo le indicazioni del pediatra;
  • NOTA BENE: A prescindere dal numero di giorni di assenza, l’alunno potrà rientrare a scuola solo con la specifica certificazione del pediatra attestante che il bambino/studente può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19, come disposto da documenti nazionali e regionali.

Gestione PERSONALE SCOLASTICO sintomatico a scuola

Nel caso in cui un operatore scolastico presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o un sintomo compatibile con COVID-19, mentre si trova a scuola, si procede come segue:

  • L’operatore scolastico deve indossare la mascherina chirurgica;
  • Dovrà allontanarsi dalla struttura, e rientrare al proprio domicilio prima possibile;
  • A casa dovrà contattare il proprio medico di base per la valutazione clinica necessaria;
  • Il Medico curante valuterà l’eventuale prescrizione del test diagnostico;
  • Il medico, in caso di sospetto COVID-19, richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al Dipartimento di Prevenzione;
  • Il Dipartimento di prevenzione provvede all’esecuzione del test diagnostico;
  • Il Dipartimento di Prevenzione si attiva per l’approfondimento dell’indagine epidemiologica e le procedure conseguenti;
  • In caso di diagnosi di patologia diversa da COVID-19, il medico di base redigerà una attestazione che l’operatore può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19, come disposto da documenti nazionali e regionali.

Gli operatori scolastici hanno una priorità nell’esecuzione dei test diagnostici.

Alunno o operatore scolastico convivente di un caso

Si sottolinea che qualora un alunno o un operatore scolastico fosse convivente di un caso COVID-19 positivo, esso, su valutazione del Dipartimento di Prevenzione, sarà considerato contatto stretto e posto in quarantena.

Eventuali suoi contatti stretti (esempio compagni di classe dell’alunno in quarantena), non necessitano di quarantena, a meno di successive valutazioni del Dipartimento di Prevenzione in seguito a positività di eventuali test diagnostici sul contatto stretto convivente di un caso.

Un alunno o un operatore scolastico risultano SARS-COV-2 POSITIVI.

Se un alunno o operatore scolastico risultano positivi al COVID-19, se sono trascorsi 7 giorni o meno da quando la persona positiva ha visitato o utilizzato la struttura, si deve:

  • effettuare una sanificazione straordinaria della scuola;
  • chiudere le aree utilizzate dalla persona positiva fino al completamento della sanificazione;
  • aprire porte e finestre per favorire la circolazione dell’aria nell’ambiente;
  • sanificare (pulire e disinfettare) tutte le aree utilizzate dalla persona positiva, come uffici, aule, mense, bagni e aree comuni;
  • continuare con la pulizia e la disinfezione ordinaria.
  • Elementi per la valutazione della quarantena dei contatti stretti e della chiusura di una parte o dell’intera scuola.

Il Dipartimento di Prevenzione valuterà di prescrivere la quarantena a tutti gli studenti della stessa classe e agli eventuali operatori scolastici esposti che si configurino come contatti stretti.

La chiusura di una scuola o parte della stessa dovrà essere valutata dal Dipartimento di Prevenzione in base al numero di casi confermati e di eventuali cluster e del livello di circolazione del virus all’interno della comunità.

* * *

Tutto il personale scolastico e le famiglie sono tenuti al massimo rispetto delle indicazioni sopra riportate fondamentali per garantire la prevenzione e il contenimento di eventuali casi e focolai di COVID-19.

Si ricorda che nel sito è stata realizzata la sezione “Rientriamo a scuola” dove sono presenti tutte le informazioni utili per il rientro e le attività didattiche in sicurezza!

Si ringrazia per la preziosa collaborazione nel rispetto delle regole e delle procedure necessarie per garantire il proseguo delle attività didattiche in presenza!

Si allega il testo completo relativo alla gestione dei casi sintomatici riportato nell’integrazione al DVR per rischio COVID-19, comprensivo dello schema riepilogativo del rapporto ISS n. 58/2020.

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti e informazioni sulle misure di sicurezza adottata dall’istituto in ottemperanza della normativa sulla sicurezza COVID-19.

ALLEGATO: PROTOCOLLO sulla gestione di alunni o personale sintomatici

La Dirigente Scolastica

Lisa V. Cao




Link vai su